Il cortile orientale

Tra il fianco orientale della sinagoga e la strada si apre un ambiente aperto e porticato su tre lati: il cortile. Costruito in un secondo tempo, l’ambiente comunicava con l’esterno attraverso tre porte a nord e due a sud e alcune finestre che si affacciavano sulla strada.
Due scalinate collegate alla strada permettevano l’accesso al cortile: una è posta sul retro e una sul fronte. Quest’ultima saliva alla balconata. Le colonne che decorano il porticato si rifanno ad uno stile ionico arricchito da foglie d’acanto.
Si presume che gli ambienti fossero la scuola della sinagoga, la beth Midrash, dove vi insegnavano gli scribi e i rabbini per preparare i giovani ad apprendere la Thorah.

Il portico orientale

  • Il cortile orientale è un ambiente aperto e porticato su tre lati e serviva come scuola della Sinagoga, la beth Midrash.
  • Sul lato nord si trovano altri tre accessi al cortile orientale. Data la pendenza naturale del sito da nord a sud le porte sul retro si affacciano direttamente sul villaggio.
  • Nel cortile laterale le lisce colonne del porticato sono decorate da capitelli di stile ionico arricchito con foglie d’acanto.
  • Passaggio tra il cortile orientale e la Sinagoga. Sopra alla porta  il lintello è scolpito con motivi geometrici.
  • Capitello di stile ionico arricchito con foglie d’acanto.
  • Capitello delle colonne che sorreggevano la copertura del portico.
  • Due ingressi al cortile orientale si aprono sulla balconata meridionale.