Padre Michel Nau (1633-1683)

Voyage nouveau de la Terra-Sainte, 1668

Michel Nau, padre gesuita nato a Tours nel 1633. Intrapreso il suo viaggio in Terra Santa visitò la Galilea nel 1665 e il resto della Palestina nel 1674. Annota il suo pellegrinaggio nel volume Voyage nouveau de la Terra-Sainte dove descrive il suo passaggio presso l’antico villaggio di Cafarnao che pone correttamente a Telhoum lasciandoci una descrizione accurata delle rovine:

“Camminavamo tutto il giorno con il desiderio di scoprire dove potesse trovarsi Cafarnao, quando infine arrivati in riva al mare di Galilea, nel Khan chiamato Elmenie, trovammo degli arabi che ci aiutarono, e che ci fecero sapere che eravamo scesi troppo in basso, e che l’avevamo lasciata sulla sinistra qualche chilometro prima. La grande pioggia che cadeva non ci impedì di andarci; passammo per un sentiero molto lungo, tagliato nella roccia a furia di piccone, e poi attraverso terre forti e fertili. Riconoscemmo a fatica il luogo di questa triste città, tanto è in rovina. Tutto è raso al suolo. Vi si vedono diversi pezzi di colonna riversati, e dei fregi, e dei capitelli ben lavorati. Il piano di una Chiesa che vi fu, è ancora ben visibile. Il tutto è ben segnato, e appare chiaramente la base delle colonne che formavano la navata principale, con quelle laterali su entrambi i lati. Per il resto, non vi vedrete che pietre, a parte una volta e una specie di edificio quadrato, che sono ancora abbastanza integri […]
Cafarnao si chiama oggi Telhhoum, non è situata al posto dove il Giordano comincia a formare il mare di Galilea, come la mettono tutte le carte che ho visto, è più bassa di una buona lega verso occidente.”