Rabbi Ishak Chelo (XIII sec)

Les Chemins de Jerusalem, 1333

Nacque in Francia ad Aragon alla fine del XIII sec. Nel 1333 iniziò il suo viaggio con la famiglia per stabilirsi a Gerusalemme. In Les Chemins de Jerusalem, Rabbi Ishak fa una relazione dei luoghi visitati durante il suo viaggio, dando rilievo soprattutto agli eventi straordinari e le cose più particolari che incontra. Nel brano che abbiamo selezionata l’autore ci parla di Cafarnao ricordando l’antica tradizione ebraica secondo cui il nome del villaggio Kefar (villaggio) Nachum (nome di persona) derivi dalla presenza nel luogo della tomba di Nachum il Vecchio, come tramandato dalle fonti rabbiniche e da un’iscrizione trovata nella sinagoga di Hammat Gader.

“Da Arbel si arriva a Kefar Nachum, che è la Kefar Nahcum, citata nelle scritture dei nostri saggi (la cui memoria sia benedetta!). E’ un villaggio in rovina, dove c’è un’antica tomba che si dice essere di Nachum il Vecchio. In passato c’erano nel villaggio molti cristiani, tutti grandi stregoni, come si sa dalla storia di Chanina, nipote di Rabbi Iehosua.”

Itinéraires de la Terre Sainte des XIIIe, XIVe, XVe, XVIe et XVIIe siècle [i.e. siècles] Bruxelles : A. Vandale, 1847